Mentore Toscana

Area Formazione

Come emanazione diretta del sistema Confcommercio e delle Associazioni Provinciali Toscane, può contare su una organizzazione radicata nel territorio che le consente di recepire continuativamente i fenomeni legati all'evoluzione del mercato del lavoro e di operare efficacemente in materia di sviluppo, formazione e occupazione.

Mentore ha realizzato progetti FSE, attività riconosciuta e progetti europei Erasmus + coinvolgendo dai disoccupati agli imprenditori

 

PROGETTO IFTS " PROMO-TER"; LE CONCLUSIONI

Scritto da Stefania Bernocchi

Immagine1


Il 15 novembre 2018 si sono concluse le attività previste dal progetto Promoter nato in risposta all’avviso pubblico regionale per la presentazione dei progetti per i corsi di istruzione e formazione tecnica superiore (I.F.T.S.) relativi alle filiere agribusiness, carta, marmo, meccanica ed energia, turismo e cultura, dalla costituitasi ATS tra i seguenti soggetti:

-ITINERA FORMAZIONE

-ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE VESPUCCI-COLOMBO

-UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA – Centro Universitario per l’Innovazione e la Qualità nelle PP.AA. (UnisiPA)

-PROGETTO AMBIENTE

-MENTORE scrl

-CNA SERVIZI

-COOPERATIVA ITINERA PROGETTI E RICERCHE

-CONFCOMMERCIO IMPRESE PER L’ITALIA TOSCANA

Il percorso formativo di 800 ore, iniziato a gennaio 2018 e terminato a novembre 2018, ha visto la partecipazione di 24 allievi con diploma di istruzione secondaria superiore e buone conoscenze di informatica e della lingua Inglese. Obiettivo del progetto è stato quello di formare operatori capaci di lavorare allo sviluppo e alla promozione turistica del territorio e in grado di fare accoglienza al cliente (motivo per cui si è scelto di approfondire il ruolo dell’hospitality manager e del customer satisfaction), di raccontare la struttura, la città e il territorio.

Le docenza e le testimonianze sono state svolte da esperti provenienti dall’Università, dalla libera professione e dalla formazione professionale, oltre che da Dirigenti e Responsabili operativi di aziende del settore. Al termine delle lezioni della durata di 560 ore, gli allievi hanno affrontato 240 ore di stage presso aziende del settore, dove hanno avuto modo di mettere in pratica la teoria acquisita e, soprattutto, vivere la realtà operativa che caratterizza il lavoro.

L’Esame Finale è consistito nell’analisi e sviluppo di un progetto di promozione relativo a risorse culturali ed artistiche territoriali e da un colloquio individuale.

Nell’assegnare la votazione finale la Commissione, composta da esperti esterni e da un rappresentante della Regione Toscana, ha tenuto conto anche dell’andamento del percorso formativo svolto e del giudizio sull’attività di stage dato dalle aziende ospitanti.

Ringraziamo i partner di progetto, gli allievi e le aziende ospitanti gli stage, della partecipazione attiva agli obiettivi progettuali, che ha consentito la formazione di 16 esperti di tecniche per la promozione di prodotti e servizi turistici con attenzione alle risorse, opportunità ed eventi del territorio.

Attachments:
Download this file (COMUNICATO FINALE.pdf)Apri il comunicato[ ]100 Kb

Tradizione e innovazione nella ristorazione in Toscana - Indagine sulle aziende aderenti a Vetrina Toscana

Scritto da Stefania Bernocchi

immagine

L’indagine è stata realizzata nei mesi di settembre – ottobre 2016, coinvolgendo 458 attività ristorative associate FIPE e aderenti alla Rete di Vetrina Toscana. Le imprese che hanno fornito i dati sono state 150 (9 in più rispetto al 2015), distribuite su tutto il territorio regionale. Lo scopo proposto era quello di verificare lo stato dell'arte della ristorazione toscana, e, in particolare, capire i suoi fabbisogni con riferimento all'innovazione.

In cosa consiste l'innovazione per la ristorazione? Queste ed altre domande sono state poste nell'analisi. Il quadro che è risultato è sintetizzato di seguito.

L’idea prevalente è che la spinta innovativa si concretizzi soprattutto mediante investimenti in nuovi strumenti e macchinari per la preparazione, la conservazione, la cottura degli alimenti e la pulizia (43%). Per molti rispondenti, però, emerge la convinzione che potrebbe non essere sufficiente per introdurre un significativo processo di innovazione. Allora si guarda alle sinergie e alle collaborazioni con i diversi soggetti territoriali, soprattutto a quelli che possono contribuire a sviluppare azioni comuni di marketing.

Emerge una certa convinzione che il processo non potrebbe essere affrontato con successo dalla singola azienda, ma dovrebbe essere condiviso con una parte del sistema economico all’interno del quale opera, sia imprese complementari sia concorrenti. Non a caso la stessa Rete di Vetrina Toscana viene indicata come un soggetto con il quale sperimentare dei percorsi, oppure che possa in qualche modo farsi promotore o suggeritore di un processo di sviluppo non ancora sufficientemente chiaro.

 

Opportunità formative con il Fondo For.Te.

Scritto da Stefania Bernocchi


alt


For.Te. è il più importante tra i Fondi interprofessionali per la formazione continua, per numero di aziende che lo hanno scelto; è rappresentativo dei diversi settori economici e del tessuto imprenditoriale italiano, fatto di piccole, medie, grandi aziende.

For.Te. è il fondo paritetico per la formazione continua dei dipendenti delle aziende aderenti al Fondo che operano nel settore terziario: a) commercio-turismo-servizi, b) logistica-spedizioni-trasporto. Al Fondo possono altresì aderire le aziende di altri settori economici

For.Te. non ha fini di lucro ed opera a favore delle imprese aderenti al Fondo e dei relativi dipendenti, in una logica di relazioni sindacali ispirate alla qualificazione professionale, allo sviluppo occupazionale ed alla competitività imprenditoriale nel quadro delle politiche stabilite dai contratti collettivi sottoscritti.

Il Fondo promuove e finanzia – secondo quanto stabilito dall’art. 118 della Legge 388 del 2000 e successive modificazioni ed integrazioni – Piani e Progetti formativi aziendali, pluriaziendali, territoriali, settoriali, individuali, concordati tra le Parti sociali.

Per maggiori informazioni, contattaci o visita il sito

www.fondoforte.it

Corsi obbligatori per legge in partenza su Livorno

Scritto da Stefania Bernocchi

Sono in partenza su Livorno e provincia i percorsi obbligatori per legge di:

  • HACCP - Formazione obbligatoria per addetto ad attività alimentari complesse
  • HACCP - Formazione obbligatoria per addetto ad attività alimentari semplici
  • HACCP - Formazione obbligatoria per titolari di imprese alimentari – responsabile dei piani di autocontrollo attività alimentari complesse
  • HACCP - Formazione obbligatoria per titolari di imprese alimentari e responsabile dei piani di autocontrollo attività alimentari semplici
  • Formazione obbligatoria per il commercio e la somministrazione di alimenti e bevande (ex REC)
  • Formazione obbligatoria per responsabile della piscina – addetto agli impianti tecnologici (percorso abbreviato ex art 52 regolamento 23/r/2010)
  • Formazione obbligatoria per responsabile della piscina – addetto agli impianti tecnologici

I corsi sono riconosciuti dalla Regione Toscana – UTR Livorno e Grosseto (D.D. 6970 del 01/08/2016) e si svolgono in collaborazione con CONFCOMMERCIO LIVORNO.

Per iscrizioni e informazioni sulla programmazione e i costi:

Confcommercio Livorno – Via Serristori 15 (secondo piano) - 0586 17 61 058

Vi aspettiamo!

 

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

«InizioPrec.123Succ.Fine»
Copyright © 2019 Mentore. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.